In offerta!
Album Cover_front_1200

DIVANI&BALCONI – Aria di Canzoni

9.99 4.99

Descrizione prodotto

Prodotto da 802records e da Roberto Costa

Una conversazione da divano a divano, da
balcone a balcone, durante giorni di pesante
attesa e lockdown.
Così è nato il progetto Aria di Canzoni, un album
che raccoglie 12 composizioni originali tra le tante
inviate dalle cantautrici e dai cantautori che
hanno aderito alla campagna #divani&balconi,
ideata dall’etichetta 802records, con la preziosa
collaborazione artistica di Roberto Costa e con il il
sostegno del MEI (Meeting delle Etichette
Indipendenti).
Divani e Balconi – Aria di Canzoni sintetizza la
condizione nella quale in questo momento,
necessariamente, la musica viene vissuta, fruita,
condivisa in un momento così difficile a livello
globale. Storie, quotidianità, bisogni espressivi che
si incontrano per aria, “sollevati” e messi in
movimento dalla creatività condivisa, la fiducia
nel futuro, la poesia.

Culmine effettivo di una creatività fuori dal comune, Manzamà si avvale dell’apporto di altri artisti e compositori, tra i quali Aldo Giordano, Marco Betta, German Diaz, Ferruccio Spinetti, Arnaldo Vacca, Mario Arcari e Giovanni Sollima e, nel ricco libretto, dei dipinti di Beppe Stasi a corredo di canti che trasudano di esperienze vissute in prima persona, nel corso di una carriera decisamente fuori dal comune.

Cronaca oggi

Un viaggio senza meta nel fertile bacino del Mediterraneo, tra ritmiche soffici e sospese, melodie dai richiami arabi, dolci nenie e loop ammalianti, a raccontare soprattutto le inquietudini dell’esistenza, il malessere per un vivere spostato, la magia dei sogni perduti e recuperati

Alberto Marchetti, Vinile

I fratelli Mancuso rappresentano oggi quell’indispensabile memoria sonora che ci è utile per non dimenticare. Nella loro ricerca attentissima alle radici, hanno fatto della musica popolare siciliana la loro musica, la loro espressione. In anni di studio e di lavoro sulle fasce mediterranee e non solo hanno costruito un’idea di suono rara e invidiabile

Marco Ranaldi, Left