Electric Guitar Play

Phasellus cursus nunc arcu, eget sollicitudin mi lacinia tempus. Donec ligula turpis, egestas at volutpat non, pellentesque ut nibh. Aliquam varius aliquam urna, sed bibendum leo dignissim ac. Phasellus quis leo sem. Morbi vitae congue sapien. Phasellus accumsan mi ex. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Ut sollicitudin lacinia ex.

Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Donec nec felis sed magna euismod venenatis. Nulla sed varius est, ac viverra nisl. Cras nec purus erat. Pellentesque eget molestie risus, quis bibendum dui. Duis ornare condimentum ornare. Nulla a nulla non odio hendrerit ultricies. Vestibulum tristique quam ac nisl dapibus, ut semper orci tincidunt. Sed sagittis eros ut pellentesque tempus. Sed in turpis ullamcorper, fermentum mi eu, porta dolor. Aliquam imperdiet sem metus, vel tempor sem malesuada vel. Morbi congue dictum nisl, in interdum dui sollicitudin.

Culmine effettivo di una creatività fuori dal comune, Manzamà si avvale dell’apporto di altri artisti e compositori, tra i quali Aldo Giordano, Marco Betta, German Diaz, Ferruccio Spinetti, Arnaldo Vacca, Mario Arcari e Giovanni Sollima e, nel ricco libretto, dei dipinti di Beppe Stasi a corredo di canti che trasudano di esperienze vissute in prima persona, nel corso di una carriera decisamente fuori dal comune.

Cronaca oggi

Un viaggio senza meta nel fertile bacino del Mediterraneo, tra ritmiche soffici e sospese, melodie dai richiami arabi, dolci nenie e loop ammalianti, a raccontare soprattutto le inquietudini dell’esistenza, il malessere per un vivere spostato, la magia dei sogni perduti e recuperati

Alberto Marchetti, Vinile

I fratelli Mancuso rappresentano oggi quell’indispensabile memoria sonora che ci è utile per non dimenticare. Nella loro ricerca attentissima alle radici, hanno fatto della musica popolare siciliana la loro musica, la loro espressione. In anni di studio e di lavoro sulle fasce mediterranee e non solo hanno costruito un’idea di suono rara e invidiabile

Marco Ranaldi, Left
Follow by Email
Instagram
WhatsApp